Venerdi 22 Settembre 2017
 Home Page » Aree tematiche » Ambiente » Autorizzazioni in via generale previste dall' articolo 272 comma 2 del decreto legislativo del 3 aprile 2006 n. 152 
Autorizzazioni in via generale previste dall' articolo 272 comma 2 del decreto legislativo del 3 aprile 2006 n. 152   versione testuale
 
AVVISO
 
Si comunica che ai sensi dell’art. 281 comma 1 del Decreto Legislativo 152/2006 così come modificato dal Decreto Legislativo n. 128 del 29.06.2010 i gestori degli stabilimenti autorizzati ai sensi degli artt. 12 e 13 del D.P.R. 203/88 devono presentare una domanda di autorizzazione ai sensi dell’art. 269 del citato D. L.vo 152/2006 entro il 31 dicembre 2011.Se la domanda viene presentata entro il suddetto termine l’esercizio dell’impianto può essere proseguito fino alla pronuncia dell’autorità competente.In caso di mancata presentazione della domanda entro il termine di cui sopra lo stabilimento si considera in esercizio senza autorizzazione e pertanto il gestore del suddetto stabilimento è punibile ai sensi dell’art. 279 comma 1 del citato Decreto n. 152/2006.
 

Art. 272 comma 2 del decreto legislativo del 3 aprile 2006 n. 152
"Per specifiche categorie di impianti, individuate in relazione al tipo e alle modalità di produzione, l'autorità competente può adottare apposite autorizzazioni di carattere generale, relative a ciascuna singola categoria di impianti, nelle quali sono stabiliti i valori limite di emissione, le prescrizioni, i tempi di adeguamento, i metodi di campionamento e di analisi e la periodicità dei controlli. I valori limite di emissione e le prescrizioni sono stabiliti in conformità all'articolo 271, commi 6 e 8. All'adozione di tali autorizzazioni generali l'autorità competente deve in ogni caso procedere, entro due anni dalla data di entrata in vigore della parte quinta del presente decreto, per gli impianti e per le attività di cui alla parte II dell'Allegato IV alla parte quinta del presente decreto. In caso di mancata adozione dell'autorizzazione generale, nel termine prescritto, la stessa e' rilasciata con apposito decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e i gestori degli impianti int eressati comunicano la propria adesione all'autorità competente; e' fatto salvo il potere di tale autorità di adottare successivamente nuove autorizzazioni di carattere generale, l'adesione alle quali comporta, per il soggetto interessato, la decadenza di quella adottata dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio. I gestori degli impianti per cui e' stata adottata una autorizzazione generale possono comunque presentare domanda di autorizzazione ai sensi dell'articolo 269"
 
  • Autorizzazione all' attività di produzione di mobili, oggetti, imballaggi, prodotti semifiniti in materiale a base di legno.
  • Autorizzazione all'attività ed impianti di "tipografia, litografia, serigrafia con l'utilizzo di prodotti per la stampa (inchiostri, vernici e similari) giornaliero massimo complessivo non superiore a 30 kg"
  • Autorizzazione all'attività "Torrefazione di caffè ed altri prodotti tostati con produzione non superiore a 450 Kg/g"
  • Autorizzazione all'utilizzazione di mastici e colle con consumo complessivo di sostanze collanti non superiori a 100 Kg/g
  • Autorizzazione in via generale alle emissioni in atmosfera inerenti all'attività di riparazione e verniciatura di carrozzerie di autoveicoli
  • Autorizzazioni in via generale previste dall' art. 272 comma 2 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152. Attività Molitura cereali con produzione non superiore a 1.500 kg/g
  • Autorizzazioni in via generale previste dall' art. 272 comma 2 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152. Attività Prodotti in calcestruzzo e gesso con produzione non superiore a 1.500 kg/g
  • Autorizzazioni in via generale previste dall'art. 272 comma 2 del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152. Attività Saldatura di oggetti e superfici metalliche
  • Autorizzazioni in via generale attività Verniciatura, laccatura, doratura di mobili ed altri oggetti in legno con utilizzo di prodotti vernicianti pronti non superiore a 50 kg/g
  • Autorizzazioni previste dall'art. 272 comma 2 del d. lgs. n. 152/06. Attività Produzione di oggetti artistici in ceramica, terracotta o vetro in forni in muffola discontinua con utilizzo nel ciclo produttivo di smalti, colori non superiori a 50 kg/g
  • Revoca DD n. 134 del 29.12.2010 con oggetto "Autorizzazione all'attività ed impianti di "pulizia a secco di tessuti e di pellami con utilizzo di impianti a ciclo aperto e utilizzo giornaliero massimo complessivo di solventi non superiore a 20 kg"
  • cerca