Provincia Regionale di Palermo
MOSTRA VINTAGE

mostra vintage


 



Pagine degli anni '70 il decennio che rivoluzionò musica, costume e design.

Palermo - 12 agosto / 12 settembre

Palazzo Sant’Elia

 

Un decennio di design, cronaca, musica, cinema, editoria, moda. Di immagini e personaggi diventati icone senza tempo. Un decennio di ombre cupe e sprazzi di speranza improvvisa, ricco di spunti, intuizioni, innovazioni, avvenimenti ancora oggi più che mai attuali e per certi versi illuminanti. E’ il decennio dei ’70, raccontato in una monumentale mostra – la prima del genere in Italia – in allestimento per tutto il mese di agosto e settembre a Palazzo Sant’Elia, a Palermo, per il cartellone della XII edizione della Festa della Provincia. L’esposizione nasce dall’impegno di un collezionista privato, Ninni Arcuri - palermitano, organizzatore di eventi e già road manager di Ivan Graziani - che negli ultimi anni ha cercato in tutto il mondo e comprato in mercatini, fiere, negozi di vintage, centinaia di oggetti, utensili di uso quotidiano, confezioni di cibo e bevande, abiti e accessori, scarpe e gioielli, telefoni, televisori, apparecchi mangianastri, dischi, biciclette, giocattoli e strumenti musicali (tra i quali, la chitarra a 12 corde e gli occhiali rossi appartenuti a Graziani), persino le insegne dei Bar con i leggendari marchi degli aperitivi italiani, qualche lustro prima dell’avvento dell’happy hour. Un collettivo di oltre 1200 pezzi, per la prima volta in versione integrale, raccolti e mostrati al pubblico in una sede espositiva suggestiva come le 7 sale dell’ex Cavallerizza di Palazzo Sant’Elia. L’allestimento è volutamente ‘free’, non frammentato in sezioni, percorsi o generi, per dare l’idea della full-immersion nel decennio, in una sorta di ‘suk’ iper-colorato dove la lampada Castiglioni sta accanto al mangiadischi Grundig by Bellini, le sedute in legno dei cinema affiancano gli stickers Fiorucci, i bicchieri da whisky – vero ‘must’ alcolico dell’epoca – si accompagnano alla matita Minami, al gettone Sip, ai farmaci Micoren, Streptosil, Veramon.

A ripercorrere la cronaca e il costume di quegli anni – da “Canzonissima” alla guerra nel Vietnam, da “Rischiatutto” e “Carosello” alle bombe di piazza Fontana - circa 100 pannelli ‘vintage print’ (70X100) in picoglass realizzati dallo stesso Arcuri assemblando immagini, titoli e articoli di giornali e periodici dell’epoca.

La scelta del picoglass non è casuale, in quanto proprio negli anni ’70 si affermò come la cosiddetta “cornice a giorno” dai mille usi. Una sezione della mostra, infine, raccoglie una trentina di tableaux (100 x 100) che il collezionista ha realizzato su una base di collage di carta originaria dell’epoca, sulla quale sono stati applicati oggetti tridimensionali (chitarre, telefoni, dischi, teste di manichini, collane), in una libera e personalissima interpretazione della pop-art. Ma la carta è materia prima e supporto assolutamente pervasivo nella mostra: dalle 100 locandine cinematografiche alle copertine dei 45 e 33 giri, dai fumetti (in testa, Alan Ford e Linus) ai romanzi nelle prime edizioni.

Tra gli oggetti “del cuore”: la mitica bicicletta pieghevole “Graziella”, la radio-cubo Brionvega, i televisori Brionvega “Algol 11” e “Algol 12” (nella ultra-ricercata limited editino verde york dello studio Castiglioni); la macchina per scrivere “Valentine” Olivetti, la cabina telefonica e il telefono a gettoni, il telefono “Rialto” by Giugiaro e il “Grillo” by Zanuso & Sapper, i detersivi “Ava” e “Omo”, la sagoma del “dottor Gibaud”, il giocattolo-tormentone “Clic-Clac”, l’orologio Bulova “Accutron”, indossato 40 anni fa dagli astronauti dell’Apollo 11 in missione sulla Luna, la scatola di biscotti “Gran Turchese” Colussi, il liquore allo zabaione “Vov”, le bottiglie della ‘Milano da bere’ in epoca pre-craxiana “Punt & Mes”, “Rosso antico”, “Very Cora americano”, “Cynar”.


MERCOLEDì 12 AGOSTO ALLE ORE 19
INAUGURAZIONE mostra Vintage anni '70
 


Un omaggio ad anni belli e intensi della nostra storia, anni importanti che hanno influenzato il costume, la politica, l’arte fino ai giorni nostriIn programma anche un’esibizione dal vivo “a tutto revival” con La Kommare
La mostra sarà aperta dal 12 agosto al 12 settembre e potrà essere visitata gratuitamente dal martedì alla domenica (compreso il 15 agosto, tutti i Festivi e le domeniche) dalle 17 alle 23. Chiusa il lunedì.

Palermo - ex Cavallerizza Palazzo Sant'Elia - via Maqueda, 83


la mappa per raggiungere palazzo sant'Elia
via maqueda -  PALERMO

 

[STAMPA]