Provincia di Palermo
''Qui si fanno miracoli'' - Storia e devozione del santuario e del quadro della Madonna della Milicia. Presentato il libro di padre Bucaro, edito dalla Provincia
Il volume documenta una lunga e affascinante vicenda di fede attraverso la tradizione degli ex voto. Trentuno pezzi in mostra fino al 7 gennaio nella sala delle Armi di Palazzo Comitini.

Palermo - La devozione alla Madonna della Milicia, raccontata attraverso gli ex voto dei fedeli. Storia, leggenda e fede si intrecciano nel volume ''Qui si fanno miracoli'', di padre Giuseppe Bucaro, edito dalla Provincia Regionale di Palermo.
Il libro e' stato presentato il 20 dicembre a Palazzo Comitini dal presidente della Provincia Giovanni Avanti e da padre Bucaro; contestualmente e' stata allestita la mostra di 31 degli ex voto di cui il testo narra.
Padre Bucaro ripercorre attraverso queste pagine la storia del Santuario e del Quadro della Madonna (datato fra il 1300 e il 1400 e recentemente restaurato), la devozione dei fedeli e la tradizione degli ex voto, il museo del santuario che raccoglie 400 ex voto (pitture su latta, dal 1840 ad oggi, che rappresentano situazioni ed eventi diversi). Il titolo prende il nome dall'insegna di un'antica bottega palermitana dove i devoti si recavano e, dopo aver raccontato il fatto per cui avevano fatto voto alla Madonna e ottenuto la grazia, commissionavano al pittore il quadro ex voto.
Nella Sala delle Armi, al primo piano di Palazzo Comitini, trentuno di questi ex voto sono esposti in apposite teche. Diversi i soggetti riprodotti, dalle malattie agli eventi storici, dagli incidenti dei carretti agli episodi storici. Fra i pezzi esposti, il quadro che riproduce un episodio dei moti del 1860 (ritenuto il pezzo più pregiato della collezione) e il dipinto di un incidente fra un carretto e un treno datato 1938 e attribuito ad un giovane Guttuso. La mostra è visitabile fino al 7 gennaio, negli orari consueti di apertura al pubblico di Palazzo Comitini, dalle 7:30 alle 19:30.
“Il lavoro condotto minuziosamente da padre Bucaro – sottolinea il presidente Avanti – è un importante contributo all'arte e alla fede, da un lato attraverso la valorizzazione delle opere d'arte che gli ex voto rappresentano e dall'altra attraverso la diffusione delle tradizioni religiose del territorio. Un mezzo per tramandare la memoria che l'Amministrazione provinciale ha voluto sostenere, consapevole che la crescita culturale e sociale passa anche attraverso il patrimonio artistico e religioso”.

nella foto: il presidente Avanti con padre Bucaro alla presentazione del libro ''Qui si fanno miracoli''

 

[STAMPA]